OASI MARIANA PELLEGRINAGGI LOURDES FATIMA TERRA SANTA MEDJUGORJE POMPEI ASSISI TRENO BIANCO AMMALATI VOLONTARI


Vai ai contenuti

PERCHE' LOURDES?

Perchè, noi dell' O.A.S.I. MARIANA, parliamo di Lourdes ?

.. Non è facile da spiegare... ma ci proviamo lo stesso!

Chi, nella propria famiglia o tra i propri conoscenti non ha una persona ammalata...
Quindi, possiamo dire... più o meno che tutti abbiamo visto la sofferenza.

Ma se dobbiamo assistere o accudire un parente o un amico, ammalato, lo facciamo veramente col cuore? Riusciamo, cioè, a NON farlo sentire DIVERSO da noi, ma a farlo sentire uguale a noi ?

Infine, abbiamo mai immaginato quel che PENSANO gli ammalati e che non ci dicono?

Facciamo qualche banale esempio:

- Cosa potrebbe pensare un paralitico, quando vede che noi usciamo per andare al mare o per fare una passeggiata, a piedi o in bicicletta e lui le gambe, magari non ce le ha proprio??

- Cosa potrebbe pensare un cieco quando suo fratello va al cinema o al teatro o ad uno spettacolo???

- Cosa potrebbe pensare un ammalato terminale di cancro quando ci sente parlare di nostri progetti futuri tipo “io fra 3 anni vorrei avere realizzato questo progetto o quest'altra idea... ”, sapendo che a lui, al massimo, restano poche settimane di vita??

Per questo, prima, consideravamo che non è facile far sentire l’ammalato uguale a noi.

LOURDES, in verità, ci aiuta moltissimo a ridurre la "differenza", soprattutto nel supporto morale che possiamo dare, e qualche volta, anche con qualche guarigione inspiegabile, che noi chiamiamo MIRACOLO.

In quale altra città del mondo, possiamo vedere tanta gente in carrozzella, tranquillamente seduta al tavolino del bar a prendere il caffé o il gelato senza che gli altri si fermino a curiosare?

Perché Lourdes è l’unica città al mondo dove l’ammalato è privilegiato, è sempre al primo posto, è trattato, sempre, meglio degli altri, E' UGUALE AGLI ALTRI !
A Lourdes, la strada principale è divisa in due da una striscia rossa: una metà , solo ed esclusivamente per gli ammalati, l’altra metà per tutti gli altri, persone, auto, pullman, taxi…
Alle funzioni religiose entrano prima gli ammalati, poi, se restano ancora dei posti, entrano gli altri. Alle piscine miracolose entrano prima gli ammalati, poi tutti gli altri.
Ed è per questo che, ogni anno, a Lourdes, accorrono migliaia e migliaia di ammalati. Da ogni parte del mondo. Proprio per sentirsi, una volta tanto,
VERAMENTE UGUALI AGLI ALTRI.

Il nostro beneamato Papa Giovanni Paolo II, durante il suo primo pellegrinaggio a Lourdes, toccato nell’intimo dalla presenza di quel numero così elevato di ammalati e dalla Pace Interiore che solo quella Grotta riesce a trasmettere a chi è presente, ha istituito la GIORNATA MONDIALE DELL’AMMALATO che cade, ogni anno, il giorno 11 FEBBRAIO, Anniversario della prima Apparizione di Lourdes.
Nel suo ultimo viaggio a Lourdes del 15 Agosto 2004, ha voluto alloggiare in uno degli Accueil per gli ammalati, per sentirsi e definirsi "ammalato tra gli ammalati"

Gli ammalati sono i nostri maestri, ci insegnano a vivere, a capire, a dare un senso alla nostra vita.
Ci insegnano che si può vivere lo stesso anche senza gambe.. o senza occhi..
Ci si può divertire anche su una sedia a rotelle.... Sono loro che tendono la mano a noi, come un padre o una madre tende la mano al proprio piccolo perché ci si aggrappi, perché siamo noi quelli che veramente abbiamo bisogno di aiuto.

E' solo per questo che noi parliamo, soprattutto, di ...
LOURDES !

L’
O.A.S.I. MARIANA, da oltre 40 anni, organizza viaggi di fede, viaggi di speranza; soprattutto a Lourdes!
Ad ognuno di questi pellegrinaggi partecipano circa 100 ammalati.
Ammalati nel corpo ma, spesso, anche solo nello spirito, ma pur sempre ammalati; e, per lo più, sono poveri. Noi li trasportiamo con l’aiuto economico di tanti benefattori.

L’
O.A.S.I. MARIANA è formata da persone comunissime (impiegati, professionisti, operai...) che, nel loro stile di vita, nella loro scala delle priorità, METTONO L'AMMALATO AL PRIMO POSTO, trovando per loro del tempo per parlare, uscire insieme, pregare insieme.
Ogni mese, ci "tassiamo" per mettere insieme un fondo-cassa per poter portare a Lourdes quanti più ammalati poveri possibili.


Home Page | CHI SIAMO | VOLONTARIATO | PERCHE' LOURDES? | PELLEGRINAGGI | FOTOGALLERY | CONTATTI | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu